In evidenza
Pubblicato in: Autoproduzione, Bosco commestibile, Dialoghi, Ecologico, Educazione Ambientale, Giardino Orto Bosco, Incontri, Iniziative, Orti Trieste

I Ritmi della Vita con la luna

INCONTRO di APPROFONDIMENTO

Prima del calendario gregoriano, la stragrande maggioranza dei popoli si affidava alla luna come luce notturna e al calendario. Il calendario delle fasi lunari è un calendario di 28 giorni che inizia con la luna nuova e passa attraverso le fasi indietro. Il ciclo di 28-29 giorni era abbastanza vicino al calendario gregoriano, che è quello che usiamo attualmente, per essere quasi intercambiabile. Le persone usavano la posizione della luna in relazione alle stelle per determinare il mese, e poi la fase lunare per determinare il giorno del mese. I popoli antichi lo usavano per guidare le loro stagioni di semina, determinare il momento perfetto per le loro cerimonie religiose e simili.

Gli studi suggeriscono che i Sumeri potrebbero creare il primo calendario di luna piena in Mesopotamia, intorno al 4 ° millennio aC.Gli scavi indicano che circa 500.000 anni fa, i residenti della costa della Malesia e della Siberia usavano anche il calendario lunare (lunare). Inoltre, gli abitanti dell’antica Cina vivevano secondo il calendario lunare, anche le persone in India lo onoravano. Nel profondo delle grotte di Lascaux ci sono splendidi dipinti di prima che la storia iniziasse permanentemente impressi sulle superfici di pietra. Dipinti nell’oscurità, questi capolavori sono rimasti al sicuro dagli effetti del tempo per quasi 17.000 anni. Poi c’è il Marshack, che è un manganello osseo di 27.000 anni che alcuni sostengono contenga un calendario lunare. Ma poiché è così vecchio e precede la storia scritta, sarà sempre controverso.

Astronauti e astronomi crescono con un fascino per la luna che rasenta l’ossessivo. È il corpo celeste più vicino e impressionante nel nostro cielo notturno. Gli astronomi dell’antichità usavano il calendario delle fasi lunari per aiutare a tenere traccia del tempo, ma gli astronomi moderni lo usano per una serie di altri motivi.

L’astrologia è lo studio di come l’allineamento del sole, delle stelle e della luna può presumibilmente modellare la personalità di una persona e il modo in cui i loro destini sono modellati. Il modo in cui questi “oroscopi” sono formati e cosa significano, usano la luna come molte delle loro linee guida.



In evidenza
Pubblicato in: collettivo, Dialoghi, Ecologico, Educazione Ambientale, permacultura, Permaculture

Fai-da-The’

Kombucha è una bevanda di probabili origini manciuriane ottenuta da tè fermentato da una bevanda microbico composto da diversi batteri e lieviti. Questo misto forma una potente simbiosi in grado di inibire la crescita di batteri potenziati. Il processo di fermentazione porta anche alla formazione di una pellicola polimerica di cellulosa a causa dell’attività di alcuni ceppi di Acetobacter sp. Il processo di fermentazione del thè da parte del ceppo microbico è stato in grado di mostrare un aumento di alcune attività biologiche già studiate; tuttavia, sono disponibili poche informazioni sulla caratterizzazione dei suoi componenti attivi e sulla loro evoluzione durante la fermentazione. Gli studi hanno anche riportato che l’uso di infusioni da altre piante può essere un’alternativa promettente

Per molti il The’ alla kombucha, e’ diventato una passione decisa in pochi anni. Alcuni rinculano violentemente come se avessero ingoiato aceto di vino bianco dritto. Altri sorseggiano e professano che è un elisir che induce beatitudine. Alcuni dei benefici per la salute del kombucha sono simili a quelli di altri alimenti fermentati, come yogurt, kefir e sottaceti o crauti fermentati crudi (vivi). “Ma ne ha anche altri – composti bioattivi specifici – che sono unici per il kombucha.

Gran parte dei riconoscimenti intestinali del kombucha sono probabilmente dovuti al tè stesso e ai polifenoli che contiene. I polifenoli sono noti per agire come forti antiossidanti nel corpo e ridurre l’infiammazione, che è la causa principale di molte malattie e condizioni. E il processo di fermentazione aumenta effettivamente la quantità di polifenoli. Kombucha fornisce anche vitamine del gruppo B, una manciata di minerali essenziali, acidi organici (come quando l’aceto fermenta) come gli acidi acetico, glucuronico e D-saccarico. Questi acidi, dice Smith, hanno dimostrato di essere antimicrobici, quindi combattono contro la crescita batterica. Possono anche promuovere la disintossicazione aiutando il fegato a sbarazzarsi di composti indesiderati che deve elaborare. Infine, questi acidi aiutano a trasportare i polifenoli nel corpo. Poiché alcuni di questi acidi sono prodotti dall’etanolo, vale la pena notare che il kombucha contiene bassi livelli di alcol, di solito vanno dallo 0,5% in su al 3%. Per metterlo in prospettiva, la tua birra artigianale media arriva a poco meno del 6 percento.

Bere kombucha ricco di probiotici potrebbe aiutare a promuovere la salute mentale positiva. Infatti, secondo alcune fonti, potrebbe esserci un legame tra probiotici e la depressione. Ci sono forti legami tra depressione e infiammazione, quindi l’effetto antinfiammatorio del kombucha può aiutare ad alleviare alcuni sintomi della depressione.

Per fare questa bevanda a casa, le persone possono fare il proprio “madre” riscaldando e mescolando insieme acqua, zucchero, tè nero o verde e kombucha preconfezionato. Una volta che è pronto, lasciarlo riposare nel tè zuccherato, a temperatura ambiente, per una settimana o più. Attaccare un panno sopra la parte superiore del barattolo con elastico, invece di un coperchio, per consentire alla “madre” di respirare. Il kombucha sarà pronto per essere consumato in 6-12 giorni in base alle preferenze di gusto di una persona; più a lungo si siede, meno dolce diventerà.

Pubblicato in: Autoproduzione, collective gardening, Dialoghi, Ecologico, Giardino Orto Bosco

Il Cibo Naturale

Malva Selvatica

Le persone di solito pensano che non ci sia differenza tra cibo naturale e biologico e che entrambi significano lo stesso. Tuttavia, questo non è vero. Se si confrontano organico e naturale dalle loro definizioni, la differenza sarà abbastanza chiara. Questo perché alcune persone hanno la convinzione che sintetizzare un alimento comporti un certo livello di perdita dei suoi nutrienti e proprietà benefiche. Pertanto, richiedono cibo naturale. Apparentemente, la domanda di cibo biologico è più che cibo naturale perché i sigilli alimentari biologici sono e monitorati dalla sistema istituzionale. Invece le produzioni locali sono vicini e persone di fiducia.

Alimenti biologici: molti paesi hanno organismi di certificazione, il più importante dei quali è il Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti (USDA).

Cibo naturale: L’Associazione internazionale dei produttori di prodotti naturali (IANPP) sta cercando di ottenere le definizioni per il cibo naturale in un luogo affidabile e credibile. Va notato che questa associazione non è un organismo di certificazione.

Alimenti biologici: molti paesi hanno organismi di certificazione, il più importante dei quali è il Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti (USDA).

Cibo Naturale: C’è molto di più per il cibo biologico che per il cibo naturale. Il cibo biologico è facilmente disponibile in tutto il mondo e le persone lo acquistano sempre di più ogni anno. Cibo naturale: la domanda è in aumento, ma non tanto quanto per il cibo biologico.

I Benefici per la salute

Latte di casa

Cibo biologico: non ci sono prove per dimostrare che il cibo biologico sia più sano del cibo non biologico. Le persone preferiscono il cibo biologico perché ritengono che sia più sicuro del cibo convenzionale in quanto le sostanze chimiche non vengono utilizzate nella sua produzione. Tuttavia, recenti ricerche sui benefici per la salute del latte biologico hanno potenziato gli spiriti degli amanti del cibo biologico. Recenti ricerche suggeriscono che la scelta di alimenti biologici può portare ad un aumento dell’assunzione di antiossidanti nutrizionalmente desiderabili e a una ridotta esposizione a metalli pesanti tossici. Pero’ rimane gli addettivi chiamati “bio” e un maggiore impegno fiscale

Cibo naturale: le persone preferiscono questo tipo di cibo perché credono che l’eccessiva lavorazione degli alimenti disturbi i benefici impliciti per la salute.

Per quelli di noi che credono fortemente nei benefici del consumo di cibi sani sia per il proprio corpo che per la salute del suolo e dell’aria e dell’acqua, bisogna trasferire ai negozi locali. Ma c’è molta confusione là fuori, perché hanno etichettato alimenti e prodotti per la cura personale con tutti i tipi di linguaggio privo di significato, tra cui “naturale”, “tutto naturale” e “contiene ingredienti naturali”, che non richiedono il rispetto di alcun standard da usare. E se un prodotto si adatta alla descrizione generale come un alimento “naturale”, probabilmente finirà sugli scaffali di un negozio di alimenti naturali, dove molti acquirenti potrebbero essere portati a credere che si tratti di un prodotto alimentare coltivato ecogicamente, o che non contenga ingredienti OGM, o che sia buono per loro, solo con un prodotto locale poi sapere questi dettagli. Comprate in un negozio locale in modo tale di sostenere le risorse della communita’. Non tutti gli agricoltori biologici sono in grado di pagare per la loro certificazione, anche se seguono tutte le regole. Parla con i tuoi agricoltori e produttori di altro… fai amicizia, costruisci fiducia o meglio vai a coltivare da lui. Se noi, come consumatori, contrastassimo la domanda di alimenti convenzionali acquistando cosi, le cose cambieranno in meglio.


Pubblicato in: Autoproduzione, collective gardening, collettivo, Dialoghi

Crescita Collettiva

cerchio della pace, armonia e verso la verita’

Nel corso del tempo, i popoli indigeni di tutto il mondo hanno conservato comprensioni distintive, radicate in esperienza culturale, che guida le relazioni tra esseri umani, non umani e non umani in ecosistemi specifici. Queste comprensioni e relazioni costituiscono un sistema ampiamente identificato come Conoscenza indigena, chiamata anche conoscenza tradizionale o conoscenza aborigena.

La conoscenza tradizionale indigena può essere definita come una rete di conoscenze, credenze e tradizioni destinate a preservare, comunicare e contestualizzare le relazioni indigene con la cultura e il paesaggio nel tempo. Si potrebbe distinguere “conoscenza” come dati fattuali, “credenza” come concetti religiosi e “tradizione” come pratica, ma questi termini sono spesso usati in modo impreciso e intercambiabile per descrivere le epistemologie indigene. Le conoscenze indigene sono trasmesse formalmente e informalmente tra gruppi di parenti e comunità attraverso incontri sociali, tradizioni orali, pratiche rituali e altro Attività. Includono: narrazioni orali che raccontano storie umane; osservazioni cosmologiche e modalità di calcolo tempo; modalità di comunicazione simboliche e decorative; tecniche per la semina e la raccolta; caccia e raccolta competenze; conoscenze specialistiche degli ecosistemi locali; e la produzione di utensili specializzati.

Alcune comprensioni tradizionali sono conoscenze comuni, condivise da tutti i membri di una comunità tribale, gruppo etnico, parentela rete, o famiglia. Molti di questi vengono appresi attraverso l’esperienza fenomenologica e le attività quotidiane. Più tipi specializzati di informazioni sono conservati da persone selezionate per preservere la cultura orale. I movimenti delle stelle, misurate per mezzo di pietre erette, può essere utilizzato per prevedere il momento e la stagione appropriati per coltivare o cacciare. I portatori di conoscenza tradizionali possono utilizzare forme di divinazione e un gruppo potrebbe unirsi in danza per chiamare il gioco. I prodotti della unione possono essere offerti selettivamente come doni reciproci alla foresta o ritualmente condivisi in una festa comunitaria. Le persone che si impegnano in queste attività non chiedono ingenuamente il favore di forze invisibili; le loro azioni sono garantite successo solo se i partecipanti sono profondamente consapevoli dei dati ecologici rilevanti ad esempio, stagione, condizioni meteorologiche e generale salute delle popolazioni animali prima che inizino.

La comunità offre opportunità e risultati equi per tutti i suoi membri, in particolare i membri più  vulnerabili. Mentre il patrimonio netto è quotato come principio separato, è una componente così fondamentale che è davvero una separazione artificiale. L’equità infatti funziona come un filtro attraverso il quale vengono visti tutti gli altri principi; Diversità – la comunità promuove e incoraggia la diversità; Qualità della vita – la comunità garantisce che i bisogni di base siano soddisfatti e promuove una buona qualità della vita per tutti i membri a livello individuale, di gruppo e di comunità; Interconnessione – la comunità fornisce processi, sistemi e strutture che promuovono la connessione all’interno e all’esterno della comunità a livello formale, informale e livello integrato. Il sentimento sublime è essenzialmente quello della trascendenza fallita – niente potrebbe essere più dolorosamente accurato nello spiegare dove ci troviamo oggi. Ed è in quel fallimento trascendente che questa figurazione del sublime si estende, tra le linee di comunicazione perduta e gli allarmi inascoltato alla comunità locale. Le comunità locali hanno un ruolo indispensabile da svolgere nel sostenere l’apprendimento e lo sviluppo delle persone e nella creazione di società impegnate, inclusive e sostenibili. L’apprendimento basato sulla comunità rafforza i legami tra le generazioni, promuove la resilienza e l’autosufficienza e promuove la coesione sociale, incoraggiando così la cittadinanza attiva e un senso di proprietà del futuro di una comunità. Inoltre, consente lo scambio di informazioni e lo sviluppo delle competenze necessarie per affrontare le sfide del mondo in rapida evoluzione di oggi, contribuendo in ultima analisi in modo molto significativo allo sviluppo sostenibile a livello personale.

Pubblicato in: Bosco commestibile, collettivo, Dialoghi, permacultura

Il pan dei Druidi 

La castagna, ricca di amido, da secoli ingrediente essenziale nella dieta contadina, specialmente in montagna, e per questo l’albero che la produce, il castagno, originario dell’Asia Minore fanno derivare il nome, Castanea in latino, dalla città di Kastanis nella regione anatolica del Ponto, venne omaggiato con l’appellativo di “albero del pane”. L’importanza del castagno nell’alimentazione deriva anche la sua sacralità, mantenutasi nel passaggio dai culti pagani al Cristianesimo: gli alberi di castagno non venivano mai abbattuti, come forma di rispetto, mentre la vigilia del 2 novembre, ricorrenza dei morti, era un tempo usanza lasciare sulla tavola imbandita di castagne bollite e un bottiglione di vino perché si credeva che le anime dei defunti tornassero sulla terra per rivedere i luoghi in cui erano vissuti.

Diversi erano i metodi usati per conservare la castagna, garantendo una scorta destinata a durare per l’inverno. Fra le pratiche usuali vi era la cosiddetta curatura, meglio nota come “novena”, consistente nella sommersione in acqua delle castagne per nove giorni. Questa tecnica serviva sia a separare le castagne sane da quelle bacate, facilmente individuabili perché i frutti colpiti dal parassita, e quindi da scartare, rimanevano a galla, sia a prolungarne la conservazione, resa possibile dal formarsi all’interno della polpa, interessata da una leggera fermentazione, di piccole quantità di acido lattico. Un’altra pratica ricorrente, ormai caduta in disuso, era la ricciaia, per cui le castagne, ancora avvolte nel riccio, venivano ammucchiate in un settore del castagneto e ricoperte con foglie e terra, e bagnate a intervalli regolari, ma il metodo di conservazione più diffuso, che ha lasciato evidenti segni antropici sul paesaggio, era l’essiccazione, che permette dispioventi, e lasciate esposte all’aria e al sole, ma nella maggior parte dei casi si ricorreva ad appositi essiccatoi, variamente denominati a seconda delle zone, scau, grà, tecci, cason, seco. Nel Medioevo Hildegard da Bingen o come la chiamiamo noi italiani Santa Ildegarda, ha lasciate dei consigli straordinari ed utili come la ricetta che ci ha lasciato per far fronte ai problemi di memoria è miglioramento dell’equilibrio mentale in generale ed un aumento di energia, 10-15 castagne al giorno. Se le castagne sono fresche bisogna inciderle leggermente e cuocerle nell’acqua. Vanno mangiate sia prima di ogni pasto 5 castagne per l’esattezza che dopo, sempre 5. Le castagne secche vanno anch’esse lessate. E’ un sistema che è stato utile, nei secoli, a moltissime persone. Ma con la perseveranza noterete anche altri benefici.

Del resto la vita delle persone è stata strettamente legata ad essa, in quanto la castagna ha rappresentato per lungo tempo una delle fonti principali per l’alimentazione e non a caso è stata soprannominata “il cereale che cresce sull’albero”, perché molto simile al riso ed al frumento dal punto di vista nutrizionale. ali varietà dipendono innanzi tutto dall’altezza e dai luoghi in cui si coltivano, così che il paesaggio delle selve si configura con caratteristiche che variano da luogo a luogo, Carpinese, Ciria, Lojola, Montan, Neiranda, Marrone, Pastinese, Brandigliana, Alotta, Lizzanese, Agostana, Rossera, Bellina, Biancola, Invernizza, Raggiolana, Valcamonica, Verdesa, Frombola, Pistolese, Torcio ecc.

Per l’essseccizazione, si trattava di piccole quantità di prodotto si ricorreva all’essiccazione naturale, stendendo le castagne al sole sulle terrazze; per quantitativi più rilevanti, poi messe in stratti nel esccatoio, le castagne venivano essere rigirate spesso. Le castagne si riducono a circa un terzo del loro volume, cioè tre ettolitri di castagne fresche producono un ettolitro di castagne secche. Le bucce delle castagne rappresentano circa il 20% del peso totale.

La canditura invece comporta l’immersione del frutto nello sciroppo di zucchero, operazione da ripetersi più volte a diverse temperature per circa otto giorni, eseguita con il candissoire, bacino in rame con aperture di scolo sul fondo. Segue la glassatura, cioè il rivestimento del frutto candito con una miscela zuccherina.

Tra i dolci con le castagne spicca poi il Montebianco, forse d’origine svizzera, che accosta pasta di marroni, panna e rum su un disco di meringa, impasto di zucchero e albume montato a neve inventato secondo la tradizione da un pasticcere originario di Meiringen nell’Oberland bernese. Pare che la combinazione di crema di marroni e meringa sia nata dalla creatività del conte Nesselrode, diplomatico russo e gran gourmet!

Pubblicato in: Ecologico, Educazione Ambientale, Incontri, Iniziative, permacultura

Corso Intonaco Naturale

FlyerMaker_17052019_112807

L’intonaco e le pitture naturali sono meno tossici con meno spreco di intensità energetica rispetto a molti altri rivestimenti murali, che li rende attraente e una scelta consapevole verso l’ambiente. Possono essere riparati facilmente sono economici. Le finiture naturali resistono alla penetrazione dell’acqua ma sono permeabili al vapore acqueo.
I primi intonaci a noi conosciuti erano di terra e calce e spesso, pareti e pavimenti sono stati decorati con colori, modelli e disegni dipinti a mano. Unisciti a noi nell’esplorazione dei metodi tradizionali e organici da selezione dei materiali, tipi di mescele e la applicazione delle finiture in strati per illuminare i tuoi spazi abitativi!

IMG_20190603_094913

Una domenica nel mese di Giugno, Luglio e Agosto 2019

Per prenotare: spc@cesnet.it

 

 

Pubblicato in: Autoproduzione, Dialoghi, Ecologico, Educazione Ambientale, Giardino Orto Bosco, Orti Trieste, Orto Sinergico, Orto sociale, permacultura

Piu’ Buone: Suzine o le Prugne?

Le Prugne sono una frutta fresca e succosa. Sono caricati di sostanze nutritive, vitamine e antiossidanti. Quando consumati interi, hanno un sacco di fibre. Alcuni metodi di spremere possono trattenere la fibra importante, anche. Perché hanno un alto contenuto di acqua e le prugne sono facili da spremere a casa.
In generale, una Prune è solo una prugna secca. Sono stati anche rinominati “Prugne secche” in alcune aree per motivi di marketing. Prugne e Suzine sono gli stessi frutti dello stresso genere. Tuttavia, non tutte le Suzine saranno prugne. Ci sono oltre 2000 cultivar di prugne (tipi) nel genere Prunus. Circa 1000 di questi sono destinati all’essiccazione. Il resto sono il tipo paffuto e succoso che vedete nel negozio di alimentari. Sono usati per cuocere o mangiare fresco.
Sembra semplice, giusto? Ma è un po’ più complicato di così…

Spesso si può dire un Suzino che mangiamo fresco da una prugna di tipo Suzine, guardando la pelle. Le prugne sono blu scuro o viola quando sono mature. Le Suzine, invecete, possono avere una varietà di colori. Vanno dal rosso al viola più chiaro a tutte le sfumature in mezzo. Le prugne hanno tolto tutta l’umidità. Che concentra i loro nutrienti e antiossidanti simili in un pacchetto più denso. Sfortunatamente, il processo di essiccazione può ridurre o distruggere alcune vitamine. Inoltre, senza umidità all’interno del frutto, la juicing può essere un po’ più difficile a casa. E infine, la forma conta. Le prugne possono essere rotonde o a forma di cuore, mentre le prugne sono di solito ovali. Non è comune trovare prugne Prune nei negozi, ma non è impossibile. Conoscere la forma e il colore può aiutarvi a scegliere il frutto giusto.
Tutto questo è importante, ma la differenza più grande è il contenuto di zucchero. Le prugne Prune hanno un tenore di zuccheri molto più alto rispetto alle Suzine regolari. È zucchero naturale, ma alcune prugne hanno aggiunto lo zucchero; controllare la confezione. Tutto ciò che lo zucchero naturale li aiuta a seccare in prugne senza fermentare. Anche se prugne e prugne provengono dallo stesso frutto, i benefici dei loro succhi variano.
Il succo di Suzine, per esempio, è molto più alto nel potassio: 707mg rispetto a 252mg in succo di prugna. Il potassio dà una spinta enorme alla vostra salute proteggendo contro ictus e osteoporosi. Aiuta anche a ridurre la pressione sanguigna e la ritenzione idrica.

Il isucco di prugna eccelle nel contenuto di vitamina C. Con un enorme 242% del valore giornaliero consigliato, è un vero e proprio Powerhouse per guarire il tuo corpo. La vitamina C aiuta il tuo corpo ad assorbire il ferro, è buono per le ossa e la pelle e può proteggerti contro le malattie cardiache. Questo incredibile antiossidante può anche aiutare a prevenire alcuni tipi di cancro. Si può bere succo di prugna ogni giorno. Se si sta appena partendo la prima volta con questo succo di prugna, si dovrebbe andare cauti. La fibra aggiunta e sorbitolo potrebbe causare disturbi gastrici. Tuttavia, come il vostro corpo si abitua al succo, questi sintomi dovrebbero’ diminuire.
Sia che scegliate un succo di Suzina o un succo d’arancia fresco, potrete ottenere dei benefici incredibili!

Pubblicato in: collettivo, Orti Trieste, Orto Sinergico, Orto sociale, permacultura, Permaculture, Semi, Sostenibilità

Una Pianta sorprendente per noi e per la terra!

In Les Miserables, Victor Hugo scrisse: “un giorno, egli; Monsieur Madelaine vide alcuni contadini occupati a strappare l’Ortica; guardò il mucchio di piante sradicate e già appassito, e ha detto-‘ sono morti. Eppure sarebbe bene se la gente sapesse come fare uso di loro. Quando l’ortica è giovane, la sua foglia forma un ottimo vegetale; Quando matura, ha filamenti e fibre come la canapa e il lino. Il tessuto di ortica è buono come la tela. Triturato, l’ortica è buono per il pollame; pestate è un bene per il bestiame. Il seme dell’ortica mescolato con foraggi conferisce una lucentezza ai cappotti di animali; la sua radice mista al sale produce un bel colore giallo. È, inoltre, eccellente fieno di ortica e può essere tagliato due volte. E cosa richiede l’ortica? Poca terra, nessuna attenzione, nessuna coltivazione. Solo il seme cade mentre matura, ed è difficile da raccogliere. Questo è tutto. Con un po’ di guai, l’ortica sarebbe utile; è trascurato, e diventa dannoso. La pianta possiede una varieta’di proprietà curative, che interessano diverse parti del corpo. Prima di tutto, sono considerati una nutrizione meravigliosa, che fornisce una forma di primo tasso di medicina preventiva. Anche se dettagliamo alcuni dei costituenti di ortica, di particolare avviso è l’alto contenuto di calcio nella pianta, in particolare quando assunto crudo, che può essere indispensabile in certe condizioni, in particolare la tubercolosi e la congestione linfatica. L’ortica è piuttosto una pianta sorprendente anche a parte i suoi usi medicinali. È un alimento eccellente che può essere preparato in una varietà di modi; Tuttavia, dovrebbe essere preso solo giovane, perché quando è più vecchio, i cristalli nelle foglie possono essere estremamente irritante per il sistema, anche quando la pianta è ben cotta.

Gli ortici sono abbastanza preziosi per il bestiame, anche se nessun animale tranne l’asino li toccherà quando sono vivi. Tuttavia, se sono fatti in fieno-che è, appassito e asciugato-perdono il loro pungiglione, e bestiame li assaporare. Si tratta di un preventivo di molti disturbi contagiosi, così come di un verme preventivo e un aumento della resa del latte (Levy-a base di erbe: 93). In Svezia e in Russia, le Ortles sono talvolta coltivate come pianta da foraggio, essendo falciate diverse volte l’anno e date alle mucche da latte (Grieve: 5 79). Durante la prima guerra mondiale, l’Ortica era molto usato come fieno in Germania. “Si è scoperto che i cavalli che erano diventati sottili e soffrivano di disturbi digestivi hanno beneficiato dell’uso di foglie di ortica nelle loro razioni. Quando essiccato, la proporzione di materia albuminoide in Ortles è alto come nella torta di semi di lino e il contenuto di grassi è anche considerevole (Grieve: 579).

Le foglie, essiccate e polverizzate, sono anche molto utilizzate per il pollame da ingrasso. È di uso speciale per incoraggiare i giovani pollastre a laici presto, e aumenterà la resa e la qualità delle uova deposte. Chiunque abbia mangiato uova di allevamento di galline la cui dieta è stata arricchita da una tale ricca materia verde vi dirà che non c’è paragone tra tali uova e gli esemplari pallidi che si acquistano nei negozi prodotti dagli allevamenti di pollame. I semi sono utilizzati anche per ingrassare i polli. I tacchini fanno bene sullo stesso. Il Parkinson ha detto che l’erba tritata potrebbe essere data alle galline ovaiole per aumentare la loro produzione di uova, e che il succo espresso delle foglie stesse era l’antidoto perfetto per la puntura brutta-una convinzione che è stata ripetuta in molti erborati, anche se abbiamo non hanno messo l’esperimento alla prova!

L’ortica è un po’ frequentemente menzionato nella letteratura. Il poeta scozzese, Thomas Campbell, scrisse: “in Scozia, ho mangiato l’ortica, ho dormito in lenzuola di ortica, e ho cenato fuori una tovaglia di ortica. L’ortica giovane e tenera è un’erba di marijuana eccellente. I gambi della vecchia ortica sono buoni come il lino per fare stoffa. Ho sentito mia madre dire che pensava panno di ortica più durevole di qualsiasi specie di lino.

Se desidera raccogliere le foglie giovani per insalata e zuppa, le foglie molto immaturi non possono pungere a tutti. “Pungente di solito non si verifica quando le foglie vengono prelevate dalla parte inferiore, piegando la sommità della foglia all’interno. Usa la parte più dura del pollice e dell’indice per scegliere le foglie; i guanti possono essere utilizzati o grandi foglie di verbasco come pastiglie per le mani “(Moulton: 224). È possibile raccogliere le foglie durante l’estate per fare tinture o essiccazione per tè.

Le preparazioni standard si applicano a Nettles. Tuttavia, ci sono diverse ricette per l’uso culinario della pianta che può essere interessante per coloro che lo stanno provando per la prima volta!

Pubblicato in: Autoproduzione, collective gardening, collettivo, Compost Sinergico, Ecologico, Educazione Ambientale, Giardino Orto Bosco, Orti Trieste, permacultura, Sostenibilità

Attenzione al Micro per un aumento Macro!

A metà degli anni sessanta, i microrganismi venivano studiati in tutto il mondo per varie applicazioni. La maggior parte diquella ricerca era sui singoli ceppi dei microbi usando le singole inoculazioni. Dr.Higa un dottore japonese ha deciso di studiare le culture, trovando prima quelli che coesisterebbe. Ha usato soltanto i microbi non-patogeni, facoltativi (lavorando con e senza aria) per i suoi esperimenti.Inzio con una miscela che aveva gettato su una macchia di erba prima di partire per una vacanza scolastica è stata infine a diventare quello che sappiamo come EM.

Exif_JPEG_420

Al ritorno dalle vacanze ha notato la zona dove aveva gettato il prodotto con alcuni “rifiuti umidi”, era cresciuta notevolmente. Ha esaminato i suoi appunti e ri-mescolato il suo intruglio. Attraverso anni di sperimentazione, scoprì la combinazione ottimale di microbi e chiamò la combinazione “EM”, acronimo di “Microrganismi efficaci”. Dalla sua osservazione, ha concluso che gli esseri umani devono imparare da questi microbe! Tutti coloro che sono coinvolti con questa tecnologia sono attesi a seguire questi principi, perché, senza di loro tutti i pezzi sarebbero crollati. I principi sono: basso costo, alta qualità, sicurezza, convenienza, coesistenza, co-prosperità, scambio di informazioni e sostenibilità.
I suoli aerobici sono naturalmente ad alto contenuto di ossigeno. Ciò significa che gli organismi del suolo possono bruciare rapidamente attraverso il loro alimento con conseguente perdita veloce di materia organica. Mentre le sostanze nutrienti sono rese disponibili alle piante in questo processo gli importi significativi delle sostanze nutrienti sono liberati come gas-CO2 ed alcuni NOx. -gas serra.

compost1
I suoli invece anaerobici che hanno popolazioni elevate di microbi putrefactive sono riduttivi e producono tossine. Questo gruppo di organismi produce anche gas di metano e solfuro di idrogeno, con il metano in particolare essendo un gas serra duro. Suoli anaerobici che hanno popolazioni elevate di microbi fermentativi, per esempio i microrganismi efficaci trovati in em, producono zuccheri, alcol e nutrienti che rimangono nel suolo come cibo. UN grande vantaggio è che la produzione di gas a effetto serra è minima quando il processo e’alimentato di EM.

Semplcemente, EM contiene questi tre tipi di microrganismi:

• Batteri lattici-questa famiglia di batteri fa yogurt e formaggio. Convertono gli zuccheri in acido lattico. In tal modo abbassano le condizioni di pH che inibiscono la crescita dei microbi patogeni, oltre a rendere impossibile per i microrganismi che producono il metano per sopravvivere.
• Lieviti-i lieviti sono funghi monocellulari come quelli utilizzati per fare il pane e l’alcol. Sono antipasti di fermentazione.
• Batteri fotosintetici-questi batteri sono quelli che permettono agli altri microbi nel mix di coesistere. Usano la luce per metabolizzare sostanze organiche e inorganiche.

Bokashi compostaggio-un altro spunto dalla nostra memoria

Questo è un processo anaerobico che si basa sulla crusca inoculata per fermentare i rifiuti della cucina, compresa la carne e latticini, per averne un suolo morbido e ricco di nutrienti per tè per le tue piante.
Bokashi ha usato i microbi per inoculare i materiali della composta con una miscela fermentata di crusca, della melassa,  acqua e del EM. La maggior parte dei principianti Bokashi sono persone che compreranno i loro preparati Bokashi gia’pronti. Piùtosto, si consiglia di ottenere il preparato insieme con gli amici e rendere il vostro proprio Bokashi.

compost2

Altri Impiegi
• Cacca dell’animale domestico-per quelli di noi con onnivori e carnivori animali come cani e gatti un animale domestico’poop’ trattamento sistema e’disponibile da Bokashi ciclo.
• Le soluzioni di microrganismi efficaci per le aziende agricole e da giardinaggio possono essere diluite e utilizzate come spray fogliare, un trattamento del suolo o un trattamento del seme sia per il giardino che per il campo.
• Puzzolenti Buster-microrganismi efficaci ad attaccare gli odori spostando l’equilibrio della vita dai tipi putridi di anaerobi al tipo di fermentazione. Il risultato è l’odore di induzione diventa l’aroma infinitamente meno antipatico di fermentazione di sottaceti, vini o crauti.
Per esempio: Per animali domestici-uso come spray per pulire le ferite, nella lettiera o biancheria da letto in gabbie.

Puzzole? Spruzzare una diluizione 1/10 o soluzione di piena resistenza sul vostro cane per eliminare l’odore in pochi secondi.
• Nei stagni, acque reflue, sistemi settici-utilizzare per controllare l’odore e le questioni di alghe. Funziona anche per cancellare scarichi bloccati.
• Bestiame-gli odori antipatici di maiale, latte e pollame operazioni possono essere controllati attraverso l’uso di EM spray sulla paglia da letto, nei mangimi e per il trattamento di letame.

Buon divertimento!

Pubblicato in: collective gardening, collettivo, ecological, Ecologico, Educazione Ambientale

La pacciamatura in Permacultura

Realmente non avremmo molto di un giardino senza usando i ritagli di erba per creare la pacciamatura e i popolare le nostre aiuole di piante commestibili.

Per non sprecare la materia organica e con rifornimento idrico limitato che fa innaffiare il giardino nel mezzo del estate. I ritagli della erbaccia trattengono bene l’acqua , contribuiscono a tenere l’umidità nel terreno ed aggiungono la materia organica e la fertilità al terreno mentre decadono. E sono gratuiti.
I residui freschi e verdi delle piante sono un materiale organico che si decompone naturalmente. Cominciano a decomponersi nelle prime ventiquattro ore dopo la raccolta, soprattutto se sono un po’ bagnate e sono lasciate in un mucchio. Proprio come in un mucchio di compost, ritagli in decomposizione producono un sacco di calore. Spesso approfittiamo di questo processo per apoggiare intorno alle piante che usano il calore come i melone. Le piante ritagliate trattiene le erbacce negando la luce semi delle erbaccie di ossigeno, ma il calore può anche bruciare piccole erbacce esistenti.
In alternativa, si può lasciare i ritagli d’erba e sedersi sul prato per un giorno ad asciugarla sempre se non accatastati troppo in profondità prima di rastrellare o spazzare. Che permette all’erba di asciugare e curarsi un po’, consentendo il loro uso vicino alle piante non appena sono raccolte. L’aspetto negativo di questa pratica è che se i ritagli sono troppo spessi e significativamente non riscaldati durante la notte.
Una volta che i ritagli si sono riscaldati e raffreddati, dovrebbe essere sicuro usarli vicino alle piante. Applichiamo i ritagli del erba allentati uno-tre pollici profondi nelle navate laterali fra le file delle piante. In spazi ristretti come tra file di piccole carote, si aggiungono i ritagli un po’ alla volta, di solito solo un centimetro profondo per cominciare. Con le piante di carota piccola, abbiamo pacciamatura fino al bordo delle righe delle carote per tornare indietro e riempire il centro delle righe. Un applicazione di quattro pollici di larghezza per una settimana o piu`.Ed e meglio applicare il pacciame delle piante in ritaglio sopra il terreno già umido. Mentre i ritagli si rompono ed a volte forma una stuoia, possono impedire alla pioggia di penetrarsi nel terreno! Inoltre aiuta man mano nel tempo i ritagli di piante per potere premerle piu` in basso nel terreno (particolarmente una volta applicato vicino alla base delle piante o dei fiori del giardino).
L’erba che ritaglia il pacciame può essere un grande senso di conservare una base del giardino. Cerchiamo di preparare le nostre aree per i primi piselli e Brassica in autunno e poi coprirli con erba tagliata per l’inverno. Da metà marzo, siamo solitamente in grado di tirare indietro i ritagli per lasciare il terreno caldo per alcuni giorni prima di seminare i nostri piselli. I trapianti del broccolo e cavolfiore non vanno in terra fino all’inizio di aprile, ma è più o meno lo stesso processo.
Usiamo un strato abbondante di erba tagliata mescolata con foglie di pacciamatura nei filari dove piantato aglio. La pacciamatura trattiene la crescita delle nuove erbacce indietro. Ma è di fondamentale importanza per rigenerare materie organiche creando un ottimo strato di Humus.

Pubblicato in: Autoproduzione, Dialoghi, Educazione Ambientale, Orti Trieste, Permaculture

Coltivare la Ruota della Medicina

Il cerchio dell’universo fornì il modello sacro per tutte le attività umane. Tutta la vita è stato dato significato rituale, incorporando il cerchio in attività quotidiane e nel comportamento di tutti gli esseri. Raduni per cerimonie, mangiare, ballare e i loro quartieri in forma di un cerchio.

I nativi americani credevano che il cerchio fosse un simbolo non solo per una rappresentazione del cosmo, ma per rappresentare i cicli di crescita, morte e rinascita nei soli e la luna in aumento e impostazione, la semina e la raccolta delle colture, e la nascita e la morte di ciascuno individuale.

Così, la Ruota della medicina è diventato uno strumento per mettere a fuoco l’honoring e la celebrazione dei cicli della natura attraverso rituali, canzoni, ballo e fare delle offerte.

La coltura dell’nativo americano è stata impregnata di cerimonia in tutti gli aspetti di vita. Gli atti ordinari della vita quotidiana erano in qualche modo, eseguiti in modo rituale, per onorare i cicli della natura.

La vita quotidiana è diventato un atto sacro come ogni abitante della madre terra accarezzato quello che è stato fornito da cibo abbondante, le colture, l’acqua e la coesistenza con la natura.

La loro connessione con la terra era quella di un essere umano che aveva un’esperienza spirituale con la terra stessa e quindi, dovunque camminavano, mangiavano e dormivano, diventavano spazio sacro per cui si sviluppavano cerimonie e rituali per onorare e rispettare.

Il cerchio sacro è stato utilizzato come modello stilizzato per illustrare il cosmo e come vari componenti sono stati correlati tra cui le quattro direzioni cardinali e gli elementi corrispondenti. Totem animali servono come guardiani per ciascuna delle quattro direzioni.
Dai semi vengono germinazione, quindi la crescita, la fioritura/fioritura, lo sviluppo di sementi e, infine, la mortalità vegetale. Naturalmente, alcune piante vivono vite molto lunghe, ma il ciclo della natura è visto più evidente in fiori annuali che durano soltanto una stagione.

La Ruota della medicina può essere adattata per uso del giardino senza tutto il rituale tradizionale, sacro e cerimonia. Per chiamare il vostro giardino un “Giardino della Ruota della medicina” implica che state aderendo alle tradizioni sacre. In questo modo non può che rendere il processo di progettazione e di utilizzo molto più complicato.

Le piante associate alla direzione dell’ Est sono, il Pino, la Salvia ed il Tabacco. Tabacco: Onora gli antenati e ne invoca la saggezza Pino: Il Pino, ci offre la pulizia, la fertilità e la pace della mente. Molti nativi lo usano dentro la propria abitazione, perché si ritiene sia un buon guardiano, essendo un sempreverde, quindi non muore mai e restando sempre in veglia.

Le Piante Sacre rappresentate da direzione Ovest, sono la Salvia, l’ Artemisia e il salice. Salvia: Viene usata come purificatrice, fungendo così da allontanamento di forze o energie negative. A volte, viene usata anche verso la direzione dell’ Est, ma trova tutte le sue caratteristiche incentrate sulle qualità dell’ Ovest. Artemisia: Usata perché “dona” le visioni e viene usata per rendere chiari i sogni e le profezie. Salice: Per alcune tradizioni, è l’ inconscio sotterraneo, il rinnovamento della vita dopo la morte.

La Pianta più Sacra della direzione Nord, è rappresentata dalla: SweetGrass (Capelli della nonna). I suoi capelli bianchi, sono il simbolo dell’ esperienza, frutto di molte conquiste nel tempo.

Le Piante sacre che troviamo a Sud della Ruota di Medicina e, che possono esser usate nelle preghiere, sono il cedro e la copale. Cedro: Serve come protezione, è amico del sole e serve per una nuova vita. Copale: Usata nelle cerimonie basate sull’ enfasi della direzione Sud-Ovest.

La natura, se rispettata, può essere una fonte di guarigione immensa. Ci sono molte piante adoperate dalle popolazioni indigene che ci permettono di ritrovare l’equilibrio e la salute.

 

 

 

Pubblicato in: Autoproduzione, Bosco commestibile, Ecologico, Educazione Ambientale, Forest Garden, Giardino Orto Bosco, Incontri, Iniziative, Orti Trieste, permacultura, Permaculture, Sostenibilità

Orto Bosco, come progettare

La maggior parte dei giardinieri utilizzano per una gran quantità di disturbi e cambiamenti nei loro giardini, dalla lavorazione, dalla rotazione delle colture e così via. Al contrario, una Orto bosco naturale tende a mantenere il suo carattere nel tempo, e resiste al cambiamento rapido. I cambiamenti delle specie vegetali si verificano in natura, ma di solito si svolgono molto lentamente. L’obiettivo del giardiniere di un Orto-bosco è quello di seguire questi schemi e di stabilire una polistruzione perenne da cui il cibo viene raccolto con un minimo di disturbo.

           

                   

In un bosco, ogni centimetro di terra è coperto da vegetazione; troviamo erba, cespugli, arbusti, piante basse, medie, alte e altissime ecc e non è la quantità piante presente sul terreno che determina la diminuzione della fertilità. E fa crescere le piante che sono perfetti, giusti nei tempi e nei modi, e l’intervento dell’uomo deve essere minimo e in accordo con essi.

Per ottenere una resa, rivoltare la Terra con l’aratro, distruggere miliardi di microrganismi, renderla dura e arida, poi riempirla di nutrimenti esterni per riparare i danni causati e seminare solo un tipo di pianta che resta sola e indifesa contro i parassiti per poi ancora inondare i campi con pesticidi non e’ un processo naturale. Da ciò si è dedotta l’osservazione che molte specie di piante, anche coltivate, traggono un vantaggio dal crescere in un agroecosistema più complesso nel quale cioè siano allevate contemporaneamente due o più specie. Non tutte le colture ortive sono tra loro consociabili; tra molte, infatti, si instaura una competizione negativa mentre altre non traggono alcun vantaggio dall’essere consociate.

Un giardino orto è infatti un agro-ecosistema accuratamente progettato e mantenuto di piante e animali utili. La natura autofecondante deriva dall’utilizzo di piante azotanti e di altre piante particolarmente adatte a sollevare sostanze nutritive dal sottosuolo e dall’efficace ciclismo nutritivo che si sviluppa in un sistema simile a quello delle foreste. Il terreno è mantenuto in condizioni di picco essendo coperto dalle piante alla maggior parte delle volte, e la salute del giardino è aumentata dall’uso di piante che attirano predatori di probabili parassiti e piante che riducono i problemi della malattia. Anche la diversità è importante: un’alta diversità quasi sempre aumenta la salute dell’ecosistema e delle persone e della comunita

Per profondire la tema, sono percorsi pratica/teoria di un weekend e borse di studio disponbili presso il centro di studi sulla Permacultura, FVG e potete scrivere a, spc@cesnet.it per i dettagli sui percorsi di gruppo ed individuali.

Pubblicato in: Ecologico, Educazione Ambientale

Quanta liberta’ e’ Naturale?

894

“Il piccolo” rivela se stesso solo quando è lasciato libero di esprimersi, non quando viene coartato da qualche schema educativo o da una disciplina puramente esteriore”

-Maria Montessori

Far vivere il più possibile il bambino a contatto con la natura. Perché il sentimento della natura cresce con l’esercizio. Un bambino lasciato in mezzo alla natura tira fuori delle energie muscolari e creative superiori a quello che i genitori pensano.

“Se fate una passeggiata in montagna non prendete il piccolo in braccio, ma lasciatelo libero, mettetevi voi al suo passo, aspettate con pazienza che raccolga un fiore, che osservi un uccellino…da solo”

Educate il bambino a prendersi cura degli esseri viventi. Le cure premurose verso piante e animali sono la soddisfazione di uno degli istinti più vivi dell’anima infantile. Nessuna cosa è più capace di questa di risvegliare un atteggiamento di previdenza nel piccolo che è abituato a vivere senza pensare al domani. Ma quando sa che gli animali hanno bisogno di lui e che le pianticelle si seccano se non le innaffia, il suo amore va collegando l’atto di oggi con il rinascere del giorno seguente. Fare scoprire I bambini che la salute del mondo dipende da ognuno di noi, ma sempre con la pratica. Per un bambino è difficile capire il concetto di deforestazione, ma può capire che gli alberi sono usati per fare la carta e se ne usiamo poca per fare i disegni, allora anche noi contribuiamo a far tagliare meno alberi.

Adottare percorsi volti all’educazione civica, ambientale e della qualità urbana e di sensibilizzare i bambini sulla percezione della qualità degli spazi e dei valori affettivi dei luoghi inseriti nel contesto urbano quotidiano. Sono stimolate e affrontate esperienze di progettazione partecipata su spazi e luoghi individuati come degradati all’interno della scuola e nell’intorno della stessa, tra cui aree dequalificate, percorsi sicuri casa-scuola e nodi critici della viabilità “dolce” e veicolare. Ricercare il consenso dei bambini intorno all’identificazione dei problemi e delle soluzioni, favorendo nello stesso tempo il rafforzamento del senso di appartenenza ai luoghi, la responsabilità verso la natura e il senso sociale.

Ampliare le oportunità percettive del bambino per favorire uno sviluppo sano e adeguato del suo rapporto soggetto- mondo, sviluppare un’apertura verso la diversità attraverso la scoperta dei canali sensoriali naturali e stimolare la formazione di uno spirito di gruppo basato sulla fiducia reciproca, il dialogo e la collaborazione.

 

 

Pubblicato in: Senza categoria

Vita Organica

chickPiante e microrganismi competono per le stesse risorse del suolo, ma sono reciprocamente dipendenti l’uno dall’altro.  Microrganismi del suolo devono sostanze organiche disponibili da vegetali, sotto forma di lettiera e radice essudati per mineralizzare nutrienti dal organica forme inorganiche. Le piante fanno affidamento sulle forniture di nutrienti mediata da microrganismi del suolo. Attività di produttività vegetali e microbici del suolo sono spesso strettamente accoppiati, in particolare negli ecosistemi poveri di nutrienti. Capire come piante e microrganismi acquisiscono nutrienti limitato da terreni è essenziale per la comprensione di carbonio (C) e dell’azoto cicli (N). Il vecchio paradigma per N ciclismo terrestre presume che le piante erano solo in grado di utilizzare N inorganico (cioè, NH 4 + e NO 3 -), mineralizzata da microrganismi da forme organiche N.  Molti studi hanno indagato la competizione per N inorganico tra piante e microrganismi. Tuttavia, alcuni studi hanno inoltre dimostrato che le piante potrebbero utilizzare organico N, come gli amminoacidi liberi e peptidi, presenti nel suolo.
Alcune piante sono particolarmente pesanti “alimentatori” o utenti di azoto, tra cui le rose, mais, lattuga, pomodori, zucche, cetrioli e cavolo.  Mentre compost organico contiene azoto, compost da soli spesso non fornisce un adeguato approvvigionamento di queste piante.  I giardinieri che coltivano piante azoto-affamati possono avere per ricostituire questo elemento regolarmente.
Un ottimo modo per aumentare l’azoto è piantando colture di copertura leguminose , come l’erba medica, trifoglio, veccia vellutata, o piselli.  Queste piante collaborano con batteri del suolo di assorbire l’azoto dall’aria e depositarlo in minuscolo noduli-una radice processo chiamato fissazione dell’azoto.  Una coltura di copertura piantati in autunno o all’inizio della primavera e trasformato in suolo in grado di fornire la maggior parte se non tutti l’azoto necessaria per il raccolto piantato dopo.
L’azoto è disponibile anche in una gamma di ammendanti organici,in particolare quelli che contengono proteine-cereali, semi, legumi e sottoprodotti di origine animale-da i mattoni delle proteine, amminoacidi, sono costituiti da azoto.  La quantità di azoto ognuno contiene, e la velocità di assorbimento, varia da un materiale all’altro.
Qui ci sono le fonti di azoto più comunemente utilizzati, i loro pro e contro, e come vengono utilizzati meglio.
Sottoprodotti di origine animale letame compostato.Il contenuto di azoto del letame da animali erbivori varia, ma è una grande fonte di azoto e sostanza organica.  Perché concime crudo può bruciare le piante e può contenere semi di piante infestanti e agenti patogeni, compost in un mucchio caldo o età per almeno 6 mesi.  Per utilizzare il letame fresco, si sviluppa sopra il terreno in autunno e trasformarlo in alto 6 pollici al mese prima della semina primaverile

Pollina
Il letame di polli e altri volatili è un’ottima fonte di azoto, potassio, e fosfato.  letame fresco contiene un sacco di ammoniaca ed è “caldo”, così fino a che in almeno 4 mesi prima della semina, o compost per primo.  Pellettizzato, pollina in compost è disponibile in commercio.

Farina di sangue
Questo fertilizzante ad azione rapida, a base di scarti di macellazione, è un potente e facile da trovare fonte di azoto,.  Farina di sangue può bruciare le piante, soprattutto giovani piantine.  Mescolare con acqua e applicarlo attraverso il sistema di irrigazione o di un innaffiatoio, o scavare leggermente nel terreno prima di piantare.

Pesce Emulsione
Questo fertilizzante liquido è molto azione rapida (e può essere molto odoroso!).  Bagnare il terreno con una soluzione di emulsione di pesce ogni mese o giù di lì, o diluire pesantemente e nebbia fogliame leggermente.

Pasto di Granchio
Questo pasto, a base di conchiglie e frattaglie dei granchi blu, è ricco di proteine chitina, che migliora benefiche popolazioni di microrganismi del suolo;  sopprime anche l’attività dei parassiti nematodi.  Fino a che nel terreno all’inizio della primavera.

Farina di piume
Piume di pollo pellettizzati secchi contengono cheratina, una proteina strettamente strutturato che non è facilmente ripartito per batteri del suolo, rendendo questo un eccellente fonte a lungo termine di azoto.  Incorporare nel terreno prima di piantare in primavera.

I materiali di origine vegetale

Erba medica
Grazie fonte di azoto, fosforo e potassio favorisce anche microbi benefici.  Erba medica si decompone rapidamente, generando calore, in modo da non utilizzare direttamente in buche piantare oa contatto con le radici fragili.  Scratch leggermente in superficie del suolo.

Farina di soia
Questa lenta a fonte di medio-release di azoto viene talvolta usato come fertilizzante prato.

Semi di cotone- Pasto
Il pasto di terra e semi di cotone fornisce azoto in una forma a rilascio lento abbastanza ed è leggermente acida, in modo da utilizzare sulle piante che richiedono un basso pH.  Alcuni giardinieri organici evitare pasto di semi di cotone, perché, a meno che il raccolto del cotone è stato coltivato biologicamente, può provenire da un campo di cotone geneticamente modificato o contenere residui di pesticidi tossici.  Lo stesso può essere vero per altri fertilizzanti di origine vegetale.

Pubblicato in: Autoproduzione, collective gardening, Ecologico, Incontri, Orti Trieste, Orto Sinergico

Raccolta dei Semi

PENTAX Image

Ci sono numerosi esempi dell’uso di semi come cibo per gli esseri umani. I semi possono essere consumati direttamente, o utilizzati per la produzione di farina, amido, olio, alcool, o di altri prodotti commestibili. I semi di coltivar agricoli sono prodotti alimentari particolarmente importanti, per esempio, quelle di grano (Triticum aestivum), riso (Oyza sativa) di mais (Zea mays), il sorgo (Sorghum bicolor), e l’orzo (Hordeum vulgare). Altri semi commestibili comprendono quelli dei legumi, la seconda più importante famiglia di piante dopo i cereali, in termini di fornire alimenti per il consumo umano. Esempi di legumi di cui i semi vengono mangiati dalla gente incluso l’arachide (Arachis hypogaea), soia (Glycine max), lenticchie (Lens esculenta), pisello comune (Pisum sativum), e fagiolo comune (P. vulgaris). Altri semi commestibili includono quelli della noce di cocco (Cocos nucifera), Noce (Juglans regia), pecan (Carya illinoensis), e di girasole (Helianthus annua).

Molti altri semi sono mangiati con loro frutti, anche se in genere le pareti encasing frutti che sono la fonte ricercata di nutrizione. Alcuni esempi di frutti commestibili includono quelli della zucca o di zucca (Cucurbita pepo), peperone (Capsicum anuum), mele (Malus pumila), ciliegio dolce (Prunus avium), fragola (Fragaria vesca), lampone (Rubus idaeus), e arancio dolce (Citrus sinensis).

PENTAX Image

Vi invitiamo a ricongiungersi con un rito antico quanto la civiltà, un rituale in molti modi responsabili per la crescita della civiltà. Tempo fa, un coltivatore tribale trovato una pannocchia di mais leggermente più grande di un’unghia. Questo fattore ha avuto cura di conservare i semi dai più grandi e migliori orecchie, loro e la raccolta piantare di nuovo. Non c’è modo di contare il numero di volte che questo rito ha avuto luogo prima di mais è stato raccolto nelle sue dimensioni moderne, forme e colori. Quando un giardiniere pianta i suoi semi a impollinazione libera, si sta passando sul senza età, un dono inestimabile conferito a lui.

A causa malattie o parassiti eventualmente possono attaccare singole varietà, la forza di un ecosistema è una funzione della sua diversità. Se è piantata una varietà di patata, come è stato fatto in Irlanda nei primi anni del 1800, il risultato rischia di essere la sua perdita. La carestia delle patate in Irlanda avrebbe potuto essere evitato se fossero state piantate molte diverse varietà di patate. Nel 1970, il 50% del raccolto di mais geneticamente uniforme nel sud degli Stati Uniti vale più di un miliardo di dollari è stato perso per una singola malattia.

Per circa 10.000 anni singoli giardinieri e agricoltori hanno creato e sostenuto il nostro ricco patrimonio genetico. Ora i giardinieri e gli agricoltori possono svolgere un ruolo importante per salvarla, imparando a salvare i loro propri semi da varietà che eseguono meglio nelle proprie mini-ecosistemi. Questo assicurerà la diversità nello stesso modo in cui la diversità è stata promossa e protetta istintivamente tutta la storia dell’agricoltura.

Pubblicato in: Senza categoria

Auguroni

starykid

…”per un Natale di pace e serenità
e un Anno Nuovo ricco di piacevoli novità”

Abbiamo creato questo semplice gioco di luna come un regalo per tutti voi, così abbiamo potuto osservare la luna ogni sera e notare i cambiamenti che si verificano come i giorni passano. Siamo sempre naturalmente curiosi di sapere il cielo notturno, in particolare la luna! ecco che è:   luna1a
Rintracciare una ciotola tre volte su cartoncino bianco. Tagliado un cerchio completo, un mezzo cerchio, e una forma di mezzaluna utilizzando i tracciati come guida. Usare la colla scuola per fissare le lune bianche al feltro nero. Una volta asciutti appogiare sul pavimento della cucina, in preparazione per il nostro gioco della luna. Si prega di notare che abbiamo cambiato la posizione dei pezzi del gioco più volte. Essi non sono in alcun ordine particolare.

    luna1               luna2

Per iniziare di gioccare, chiamare, “Nuova Luna!” o una delle altre fasi, e il giocatore salta nella casella aposta. Il nostro gioco è semplice, e tira un sacco di risate. Possiamo cambiato l’ordine. Se si desidera approfondire, provate con le calante e crescente lune.

E COSI VIA…

 

 

 

Pubblicato in: collettivo, Dialoghi, ecological, Incontri, Iniziative

Eko Camp~ speaciale estivo

vibepostliteCrescere gioccando

Bambini attualmente spendono la metà del loro tempo all’aria aperta come hanno fatto 20 anni fa? la ricerca mostra che i bambini che giocano fuori al aria aperta sono più attivi fisicamente, più creativi nel loro gioco, meno confusi, e mostrano una migliore concentrazione.
2015-07-01 13.34.20 2015-07-14 12.52.46 2015-08-04 16.31.52
Viva- Eko camp offre l’ambiente ideale per la visione positiva, il divertimento, e le opportunità personalizzate per i bambini di interagire con la natura.
Molti programmi fanno un grande lavoro di “educazione ambientale.” Per una immersione ambientale vogliamo mettere le mani (e le facce) sporche e sviluppare un rapporto personale con il mondo naturale che li servirà tutta la loro vita. Reali competenze di insegnare ai bambini seconda della loro età, tra quali, imparare a identificare in modo sicuro le piante selvatiche commestibili e in realtà il gusto di loro, potrebbero imparare a fare il proprio arco per sparare, o potrebbero imparare a fare in modo sicuro fuoco strofinando bastoncini insieme, o pescare semplicamente!

Per informazione e iscrizioni:

ekoscuola@mail.com

thecircle@zoho.com

Pubblicato in: Autoproduzione, ecological, Ecologico, Iniziative, Orti Trieste

Assolutamente vicino!

Piantine2

Verdura fresca coltivata a casa ha un sapore delizioso, fa bene alla salute e al sicuro da agenti chimici. Non è necessario acquisire un giardino regolare per farle crescere, è anche possibile coltivare queste su un balcone o una terrazza. Ci sono alcuni modi davvero interessanti per incorporare le colture orticole in terrazza. Queste alternative sono risparmio di spazio e anche una vera autonomia. Nei contenitori si possono piantare quasi qualsiasi verdura. Scegli vasi grandi e profondi, evitare di vasi di plastica di qualità sottili e poveri, perché si riscaldano rapidamente e scaricano male.
Fioriere possono essere utilizzati per creare un orto. È possibile appendere questi su una ringhiera esistente o metterli semplicemente sul pavimento.

capucci

Un piccolo semplice cava di sabbia in legno, si può anche fare un mini-orto. Questo sembra non solo decorativo, ma fornisce le piante uno spazio ottimale per prosperare.
Invece di usare la ghiaia per il drenaggio, basta compilare il compost di qualità con il terreno. Nella “sandbox” si può crescere tutti i tipi di piccoli ortaggi e erbe aromatiche, per lo più bassa crescita che si diffonde troppo. Fagioli, Cetrioli, Pomodori, Aglio, Erba cipollina, Aromatiche, Ravanelli, Tegoline ecc sono adatte.
La sfida principale è come elegantemente si utilizza lo spazio verticale per raddoppiare lo spazio che avete sul vostro terrazzo, fare un piano su come si dovrebbe fare, se si dispone di pareti, appendere fioriere su di esso. Crescere arbusti vegetali e viti come fagioli, zucche, zucche e varietà di pomodoro ad alto fusto vicino alle pareti e ringhiere. In questo modo faranno non solo ottenere il supporto, ma anche crescere fuori e verso l’alto e si risparmia un sacco di spazio. Utilizzare vecchi scaffali, espositori per tenere pentole e acquistare portavasi, metterli intorno agli angoli. Su questi si può crescere le erbe per migliorare il sapore di insalate e piatti si preparano, si può anche crescere sacco di fiori per placare vista ornamentali.

Per le verdure, è sempre bene per farle crescere sul lato sud o occidentale, in modo che le piante avranno abbastanza sole e possono prosperare facilmente. Ma troppo sole non è buona neanche. Sia le verdure crescono in letti rialzati o in una pentola, è necessaria una certa cura. Con tempo e la vostra esperienza scoprirete come si dovrebbe fare per farle crescere con successo, una terrazza con giardino di verdure.

Pubblicato in: Dialoghi, ecological, Incontri, Iniziative, Orti Trieste, Permaculture

Terrafest Eko-Marcia e’ in piedi…

Eko-March manifesto Invitiamo tutte le famiglie ed amici! Potete trovare il programma cliccando sul: https://www.facebook.com/pages/Terrafest-Ekomarcia/345903195620931 

Pubblicato in: Senza categoria

Giardino Urbano

Agricoltura moderna industriale, la deforestazione, la pesca eccessiva, e altre pratiche non sostenibili stanno esaurendo le risorse naturali della Terra ad un ritmo allarmante. Più di un miliardo di persone non hanno accesso all’acqua potabile, mentre il 70 per cento di acqua dolce del mondo viene usata per agricultura

DSCN5244Il nostro suolo subisce una forte erosione di 13 per cento al anno che e’ più veloce di quello che può essere sostituito, e abbiamo perso il 75 per cento dei terreni migliori solo negli ultimi cento anni. Quasi un terzo di tutte le specie di vertebrati sono attualmente minacciate o in pericolo, e il 60 per cento dei sistemi ecologici del mondo sono in fase di collasso. Questo risponde alla crisi economica nelle citta’. Non c’è bisogno di essere ricchi per mangiare cibi sani e si può facilmente ridurre la spesa di alimentare
Prima che una proprietà può essere riqualificata, I contaminanti devono essere rimossi, tappate o contenuti in modi che limitano i rischi di esposizione. Progetti di Giardino urbano commestibile può aiutare in sequestro di contaminanti e ulteriori benefici alla proprietà e la comunità circostante. Una comunità giardino urbano può migliorare l’ambiente, ridurre le emissioni di gas serra, e migliorare l’accesso al cibo sano e riciclo complete. Altri benefici possibili includono la promozione della salute e l’attività fisica, aumentando le connessioni di comunità, e per attirare l’attività economica e di educazione.

In aggiunta alle considerazioni ambientali specifiche proprietà, ci sono una serie di altri fattori che devono essere considerati nel disegno del giardino. Queste considerazioni includono: accesso alla luce del sole e l’acqua; posizione e la vicinanza alle abitazioni e altre strutture, l’illuminazione e la sicurezza per i giardinieri, produrre e strumenti, così come l’accessibilità. Creazione di un giardino per servire l’intera comunità richiede una serie di ulteriori considerazioni. Ricordarsi di progettare il ingresso giardino con percorsi e rampe che possono ospitare i bambini, gli anziani, e le persone con disabilità.

Giardinaggi comunitari nella maggior parte del mondo sono aperti al pubblico e forniscono uno spazio per i cittadini di coltivare piante per il cibo o amore durante il tempo libero. Un programma comunitario di giardinaggio che è ben consolidata è Seattle PPatch. La radici del movimento permacultura è stata enormemente influente nella rinascita di agricoltura urbana in tutto il mondo. Quando le persone si riuniscono intorno un giardino, livelli di attività fisica sono spesso aumentati. Tutto ciò che è coinvolto in iniziare e mantenere un giardino, rotazione di lavori, contribuisce all’attività fisica di un individuo. Molti affermano che lavorano con la natura è molto più interessante e appagante che andare in palestra, e che fa fare esercizio. Oltre all’esercizio che gli individui ricevono, mentre per il lavoro in giardino, molte persone arrivano con la bicicletta o a piedi, con altri benefici fisici.

bottlegrow

Come accennato in precedenza, la natura a basso consumo energetico di coltivazione urbana sopratutto “Sinergistica” e’ in grado di ridurre l’impronta di carbonio di ogni città, riducendo la quantità di trasporti che si verifica per consegnare i beni al consumatore. Anche queste aree possono fungere da serbatoi di carbonio  compensando alcuni accumuli di carbonio, che è innata di aree urbane, dove marciapiedi e gli edifici sono più numerose che le piante. Le piante assorbono l’anidride carbonica atmosferica (CO2) e rilasciano ossigeno respirabile (O2). Il processo di Carbon Sequestration può essere ulteriormente migliorata combinando methodi Sinergistici per aumentare la rimozione dall’atmosfera e impedire il rilascio di CO2. Tuttavia, questo processo si basa molto sui tipi di piante selezionate e la metodologia di allevamentoIn particolare, la scelta di piante che non perdono le foglie e restano verdi tutto l’anno può aumentare la capacità di sequestrare il carbonio.